Anticipo TFR

In quali casi è possibile richiedere l’anticipo sul TFR?

In quali casi è possibile richiedere l’anticipo sul TFR?

L’articolo 2120 del Codice civile prevede che il datore di lavoro anticipi il TFR ai suoi dipendenti solo di fronte a particolari esigenze:

  • Interventi o spese sanitarie straordinarie riconosciuti da strutture sanitarie pubbliche;
  • Acquisto della prima casa per sé stessi e per i figli;
  • Le spese sostenute nel congedo facoltativo, in quanto la lavoratrice in questo periodo percepisce una retribuzione ridotta del 30 per cento;
  • Spese per la formazione continua o extra lavorativa sostenuta durante i congedi.

 

Il datore di lavoro può rifiutare la richiesta di anticipo quando il numero dei lavoratori che ne hanno fatto richiesta supera il 10 per cento del totale dei lavoratori che ne hanno diritto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare